giovedì 28 marzo 2013

Il meteo (o chi ne fa le veci)




Chi va in scooter è meteodipendente
Noi centauri abbiamo almeno 4 siti di riferimento, più un canale televisivo analogico,
uno sul digitale terrestre e il meteo di sky tg 24 consultabile ogni nanosecondo. E se
si contraddicono tra loro, noi facciamo una media ponderata tra le diverse previsioni
e prendiamo lo scooter con zaini enormi dentro i quali ci sono, contemporaneamente: 
cappotti, giubboni da neve, magliette a mezze maniche, tute per la pioggia e protezione
solare. E nel bauletto guanti e sciarpa, anche ad agosto


Forse noi scooteristi siamo stati i primi a capire che le previsioni del tempo sono
attendibili quanto Berlusconi che sostiene di avere l’uveite eppure non sappiamo
rinunciarci; consultiamo il meteo pretendendo risposte, incaponiti e cocciuti, appesi al
ricordo di quando, 35 anni fa , al netto dell' effetto serra Bernacca ci indovinava.
Non so se sia l’abitudine, la cocciutaggine o la necessita’ di trovare almeno una cosa,
in questo fottuto universo impazzito, che ti dia risposte certe;  fatto sta che io guardo le
previsioni del tempo anche se ormai ne ricavo solo roba del tipo:


  • precipitazioni abbondanti sulla capitale, seguiti da improvvise schiarite per tutto il giorno
  • possibilita’ di brevi rovesci (ma da cosa e’ data questa possibilita’? cioè ci sarà un motivoo precipita così, alla membro di segugio?)
  • nuvoloso con ampie schiarite
  • rapidi temporali
  • soleggiato con sviluppo di nubi cumuliformi (e quindi? Fa bello o no? stò fatto del cumuliforme è preoccupante?)


Per cui io ormai più che una scooterista sembro una tartaruga che si porta appresso il
guscio intero e voglio dire una cosa ai signori meterologi: io, sempre e comunque, preferisco la verità e se domani apro meteo .it e ci trovo un onestissimo: “non ci stiamo più a capì ‘n cazzo”, sappiate che lo apprezzero’

Inoltre, dato che sono una che pensa positivo, da questo deficit informativo io dico che  può nascere una nuova importante occasione d' impresa: la costruzione di armadi portatili mettibili in spalla come zaini, in modo che lo scooterista possa scegliere a piacimento cosa mettere, persino con possibilità di abbinamento colori per le scooteriste piu’ alla page..

Qualcuno per caso ha inventato gia la macchina che rimpicciolisce le cose e si vuole mettere in società con me?

9 commenti:

  1. Rido a più non posso anche perché mi hai fatto tornare in mente un post che trattava lo stesso argomento per quanto concerne il tempo a Roma.
    Era il 4 aprile 2009, a una manifestazione che si svolse al Circo Massimo con la partecipazione di un gruppetto di bloggers tra i quali io, Luz, Gap,Loris e altri. Se me ne ricordo lo riposterò il 4 aprile pv.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che forse non c'ero io a quella manifestazione???

      Elimina
  2. Per favore no,
    noi centauri andiamo in moto,
    voi che andate in scooter siete scooteristi
    non è razzismo, ma, si, insomma Treccani docet.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre meteodipendente sei!! prrrr

      Elimina
  3. Io voglio la responsabilità civile anche per il meteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe corretto; potrei aprire un blog ed iniziare ad insultare ad cazzum le previsioni del tempo: siete morteeeeeeeeeeeeeee mooooooooooooooorte cadaveri!! a casa!!!!

      Elimina
  4. Da scooterista non posso che appoggiarti Punzy!!
    Devo dire che negli ultimi 20 giorni il Meteo.it qui in Emilia ci ha azzeccato più che bene, purtroppo :-(
    Cambiavano solo gli aggettivi... da pioggia forte, fortissima, tremenda,incazzereccia :-( :-(
    Meli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Meli, anche qui pioggia di diversa intensita'..infatti riflettevo sul fatto che si sbagliano solo sul sereno variabile..

      Elimina