giovedì 14 febbraio 2013

La profezia di Malachia ( ovvero: la soap opera delle predizioni)




Il Papa si e’ dimesso.
Inutile negarlo, questa è la notizia che campeggera' a caratteri cubitali sui
giornali, in tivvù e sui social network fino a quando Berlusconi non vincerà di
nuovo le elezioni, per cui mi sento di rimanere opportunisticamente nella scia
dello scoop e concentrarmi sul : cosa accadra’ ADESSO? 
Cioè, che succede quando un papa si dimette? Se ne fa un altro, ok ma che implicazioni ha la cosa?
Non  è che per caso stè dimissioni aprono nuovi e inquietanti scenari apocalittici?
Certo che si!!!
Ed ecco che, dopo essere rimasta sepolta per secoli nel cassetto ideologico e polveroso
del cristianesimo tardo medievale riemerge la PROFEZIA DI MALACHIA


Sorella povera delle ben piu’ famose centurie di Nostradamus e totalmente
ignorata rispetto ai laicissimi Maya la profezia di Malachia verte, indovinate un
po’, sulla fine del mondo. 
Ma andiamo con ordine.
San Malachia fu un vescovo irlandese autore, nel 1140, di previsioni sul futuro del papato. Le sue profezie indicano la storia della Chiesa romana da papa Celestino II a Pietro II, che dovrebbe essere l'ultimo  Papa, forse destinato a gestire un periodo di guerre che prepareranno l'ultimo, tragico pontificato . Molti dubitano dell’autenticità di queste profezie, che in realtà sarebbero state pubblicate  nel 1595 da nonmiricordopiù quale altro monaco che voleva influenzare un determinato conclave e, per dimostrare detta falsità questi detrattori fanno notare come le profezie che riguardano tutti gli anni prima del 1595 siano estremamente circostanziate e perfettamente riconoscibili, quelle dopo il 1595 siano nebulose e deliranti e solo teologi e filosofi ed enigmisti nerd potevano perdere tempo a cercare di decifrarle. 
Personalmente, io credo a tutto, a qualsiasi cosa e in particolar modo agli alieni,  alle profezie che portano all’estinzione umana e al meteorite che distrugge lo Juventus stadium ma questa  e’ talmente ignobile, talmente tirata per i capelli, talmente assurda che stento a crederci persino io
L’unico modo di renderla interessante sarebbe inserirci uno stacco pubblicitario
Vi riporto alcune perle malachiane sulla definizione dei pontefici:

PIO X, 103º papa fu definito da Malachia "Ignis ardens" e infatti coincide con la realtà in quanto per la sua bontà e la sua ardente fede,  PIO X fu  proclamato santo..
Ecco la prova, certo

Oppure: Papa Giovanni XXIII, 107º papa, fu definito da Malachia Pastor et nauta  (pastore e marinaio) : infatti  il pontefice, in quanto tale, è pastore di anime e questo pontefice in particolare  fu Patriarca di Venezia, antica potenza marittima ed ecco qua la spiegazione di come la profezia di Malachia sia esattissima e certamente attendibile perchè vedete che tutto torna..

Ma questa secondo me e’ la migliore: Giovanni Paolo II, il nostro Woytilaccio,
reca il motto malachiano De labore Solis ; In latino "labor"significa letteralmente "fatica,
lavoro" ma può significare anche "eclissi"( e se mi metto sul vocabolario a cercare tutti i
significati di labor, magari trovo che significa anche cacca) ma attenzione!!
il fatto che il 15° significato di labor sia eclissi permette di interpretare la profezia
a dovere! il significato della locuzione potrebbe diventare a questo punto : "dell'eclissi di sole". Consultando il registro delle eclissi solari della Nasa risulta che Giovanni
Paolo, nato il 18 maggio 1920, nacque proprio il giorno di una eclissi solare
parziale(tra l'altro non visibile dalla Polonia)
Eh? Che ne dite?
Forte sto’ Malachia eh?

Ovviamente la profezia finisce con l’ultimo papa, che dovrebbe essere un italiano
(romano) e assumere il nome di Pietro II (Pietro I, ricordiamolo, era l’apostolo di
Gesù che diventò primo papa, quindi il cerchio si chiude)
Pietro II dovra’ guidare il suo gregge in mezzo ad una serie lugubre di tribolazioni
non ben specificate (ma va) e poi, alla fine di queste ultime, la città dei sette colli
sarà distrutta e il popolo giudicato dal suo piu’ severo giudice (Il fantasma di
Albertone? Alemanno? Totti? Non ci è dato saperlo)

Io dico che basta che il prossimo papa evitiamo accuratamente di sceglierlo
italiano e non lo facciamo chiamare Pietro II e credo proprio che queste profezia
insulsa toh, non si verifichera’
E ci tocchera’ subire il nano per 5 anni

19 commenti:

  1. io voglio il papa brasiliano raul I° con le suore in tanga e il trenino in piazza san pietro PE PE PE PE PE PE ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo che da qualche parte una profezia sul papa brasiliano la troviamo!

      Elimina
  2. Punzy nun me fa' agita' co' 'ste profezie.
    Si me venisse chiesto er parere mio, a parte un meteorite su Trigoria, vorrei sceglie tra don Ciotti e don Gallo.
    Butto pe' aria 'na monetina e a chi tocca nun se ingrugna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che me pare, poi, la scelta piu' democratica..

      Elimina
  3. Insomma... direi che se in quasi 2000 anni nessun Papa ha scelto più il nome d'arte di "Pietro", qualcosina lo vorrà ben dire, no? Non si sa mai che uno finisca come lui... meglio nomi più moderni: Rocco! Anche Charlie non sarebbe male.

    Vorrei anche far notare che il citato profeta si chiama come il gatto di Paperoga! :-D

    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo ricordo il gatto di Paperoga!!! secondo me il fatto che il gatto di Paperoga si chiami come il profeta significa che Paperoli sarà distrutta da un vulcano errante

      Elimina
  4. Non vedo l'ora che arrivi sto Pietro 2° così la facciamo finita con sta storia, i cardinali una volta per tutte si spartiscono i soldi dello IOR e chiudono la baracca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io propongo, comunque, la folla inferocita che li caccia ocn in mano torce incendiarie
      Ho pronta la torcia, sappiatelo

      Elimina
    2. Allora preferisco i forconi, le torce va a finire che bruciano anche il musei e le biblioteche

      Elimina
  5. Punzy, sono Dario (BLOGGER), non ci sentiamo da anni. Ho letto il tuo post, in segreto e... Ho una pagina web: www.expapa.com

    Joseph è tornato.

    Un saluto Punzy e complimenti per il "nuovo" blog!

    RispondiElimina
  6. Berlusconi ha detto che ci restituisce il Papa...

    ele

    RispondiElimina
  7. malachia la sapeva lunga. non sapevo, e l'ho imparato dal tuo post, che fosse così preciso, puntale e specifico. un vero punto di riferimento. mica come quei cialtorni maya!

    RispondiElimina
  8. malachia dice che il prossimo papa sara' petrus romanus che corrisponderebbe perfettamente al cardinal tarcisio PIETRO evasio bertone nato a ROMANO canavese, quindi fate voi..

    RispondiElimina